Arredare un bagno piccolo rappresenta una delle sfide più impegnative che ti possano capitare. Possedere un bagno di 5 mq o poco più significa infatti dover fare delle scelte sacrificate, che molto spesso non ti soddisfano neppure. Ma sarà davvero così?

La verità è che non sono le misure a fare l’arredo. Ciò vuol dire che, anche se il tuo non rientra tra i bagni classici eleganti di grandi dimensioni, non per questo devi sentirti sminuito o, peggio ancora, costretto a fare delle scelte che non ti piacciono.

Obiettivo di questa guida è infatti quello di dimostrarti che l’arredo di un bagno piccolissimo non solo è possibile, ma può anche assicurarti un risultato di tutto rispetto. Ti sarà sufficiente mettere in atto i trucchi e i consigli che stiamo per svelarti e che ti aiuteranno a trasformare un bagno di dimensioni modeste in una piccola reggia!

– Regole base per arredare un bagno piccolo

L’arredamento dei bagni piccoli è soggetto a una serie di norme e regole specifiche che, tra le altre cose, vanno a toccare anche il tema della distanza tra i sanitari.

Tale questione riguarda in realtà tutti i bagni, a prescindere dalle loro dimensioni, ed è espressamente disciplinata dalla normativa UNI 2182/2014, che stabilisce delle precise distanze che i complementi d’arredo devono rispettare: sia tra loro, sia rispetto alle pareti circostanti.

Questa regola, del resto, è stata pensata anche per assicurarti il massimo del comfort: una qualità che in bagno non dovrebbe mai venire meno, a maggior ragione se hai la necessità di ottimizzare il più possibile lo spazio. Arredare un bagno piccolo moderno, pertanto, significa anche rispettare le seguenti misure:

  • tra il muro e il lato del wc = 15 cm;
  • tra il wc e il bidet = 20 cm;
  • tra il wc e la doccia/vasca = 10 cm;
  • tra il wc e il lavabo = 10 cm;
  • tra il lato del bidet e il muro = 20 cm;
  • tra il bidet e la doccia/vasca = 20 cm;
  • tra il bidet e il lavabo = 10 cm;
  • tra due lavabi = 10 cm;
  • tra lavabo e doccia/vasca = 5 cm.

arredo bagno piccolo

Che tu ci creda o no, non solo è possibile realizzare un arredamento stiloso e accattivante anche in un bagno piccolissimo, ma è possibile farlo nel massimo rispetto delle misure summenzionate! Tutto quello che devi fare, per iniziare, è cercare di capire lo stile che desideri conferire al tuo bagno.

Come scegliere lo stile giusto per un bagno piccolo

La scelta dello stile giusto per il proprio bagno dipende da numerosi fattori, tra cui i tuoi gusti personali, le esigenze pratiche, il budget disponibile e l’atmosfera che desideri ricreare. Se, per esempio, punti a un bagno semplice e funzionale, allora puoi optare per lo stile moderno/minimalista, caratterizzato da linee pulite, forme minimali e materiali contemporanei. I colori si presentano perlopiù neutri, mentre le superfici sono lisce e corredate dagli accessori essenziali.

arredo bagno piccolo moderno

In alternativa, puoi decidere di arricchire il tuo bagno con una piacevole atmosfera “campagnola”, arredandolo secondo lo stile rustico: dettagli elaborati, come piastrelle a motivi, rubinetteria tradizionale e mobili in legno scuro sono le caratteristiche principali di questo arredo raffinato.

arredo bagno piccolo rustico

E questi sono soltanto due esempi. Lo stile industriale, per esempio, è un’altra filosofia d’arredo molto in voga, i cui punti di forza sono elementi quali le pareti con i mattoni esposti, i pavimenti in cemento, i tubi a vista e i lampadari dal design industriale. Caratteristiche che hanno il potere di trasformare un semplice bagno piccolo in ambiente dal design trendy e attuale.

arredo bagno piccolo industriale

Una volta che avrai stabilito qual è lo stile che preferisci, potrai concentrarti sull’arredamento vero e proprio, a partire dai sanitari che, nell’ambito di un piccolo bagno, devono ovviamente essere installati in ottica salvaspazio.

– Prodotti salvaspazio per bagni piccoli

Quelli che stiamo per consigliarti sono prodotti salvaspazio pensati per arredare i bagni piccoli. La loro principale caratteristica è infatti quella di riuscire a ottimizzare efficacemente lo spazio, inserendosi armoniosamente anche nelle zone più ridotte. Un esempio? Questo piccolo e incredibilmente funzionale lavabo angolare, comprensivo di un pratico mobiletto portaoggetti:

[amazon box=B0CDPS51CW]

Per quanto riguarda invece i sanitari veri e propri, puoi optare per dei modelli tradizionali, come ad esempio questo set a filomuro, perfetto per non ingombrare:

[amazon box=B0C89LFMYR]

O, in alternativa, puoi puntare su wc e bidet sospesi: una soluzione piacevolmente attuale e minimalista, perfetta per salvaguardare al massimo lo spazio e creare una piacevole sensazione di leggerezza:

[amazon box= B0C8B9TTR2]

Tieni però conto del fatto che, in caso di manutenzione, i sanitari sospesi necessitano di operazioni un po’ più complesse e che, in generale, tendono a rivelarsi più costosi rispetto a quelli classici.

– Doccia vs vasca: quale scegliere e perché

In linea di massima, la vasca non rientra tra le soluzioni per i bagni di piccole dimensioni, proprio per il fatto di occupare più spazio rispetto alla doccia. Per quanto tu possa adorare i lunghi e voluttuosi bagni di fine giornata, infatti, installare una vasca non rientra nell’ottica di un arredo basato su mobili salvaspazio. Ciò detto, ad ogni modo, non si tratta nemmeno di una “mission impossible”!

Il mondo dell’interior design è in grado di studiare efficaci strategie, progettando bellissime vasche anche per i bagni più minuti. Va da sé, naturalmente, che la doccia si presenta indubbiamente più pratica e salvaspazio ma, se proprio non riuscissi a rinunciare al tuo bagno quotidiano, ti consigliamo di sottoporre il problema al tuo progettista di fiducia, studiando con lui una soluzione ad hoc.

arredo bagno piccolo con vasca

Del resto, puoi sempre “sottrarre” spazio da un’altra parte, adottando per esempio il bidet integrato: una soluzione che prevede per l’appunto d’integrare il bidet all’interno del water, ottenendo così due sanitari in uno.

– Materiali e finiture

Nell’ottica dei bagni piccoli, la scelta dei pavimenti e dei rivestimenti giusti è essenziale per creare un ambiente funzionale e visivamente gradevole. Per quanto concerne i pavimenti, per esempio, ecco delle possibili soluzioni:

  • Piastrelle di ceramica o porcellana: le piastrelle rappresentano una scelta molto popolare per i pavimenti del bagno, poiché sono resistenti all’umidità e facili da pulire. Quelle di ceramica o porcellana sono particolarmente adatte, poiché sono durevoli e disponibili in una vasta gamma di colori e disegni. In alternativa, puoi optare anche per le piastrelle in mosaico, che garantiscono un maggior grado di adattabilità e ti permettono di realizzare bellissimi disegni.
  • Pavimenti in vinile o laminato: il vinile e il laminato sono materiali economici che imitano l’aspetto delle piastrelle o del legno. Sono resistenti all’umidità e facili da pulire, garantendoti quindi una manutenzione semplificata.
  • Pavimenti in legno trattato: se apprezzi il calore e l’aspetto naturale del legno, puoi optare direttamente per pavimenti in legno trattato, al fine di renderli resistenti all’umidità e alle condizioni del bagno. Una soluzione particolarmente elegante e adatta anche a un bagno di piccole dimensioni.

arredo bagno piccolo pavimenti

Per quanto concerne il rivestimento delle pareti, puoi sempre sfruttare alcuni di questi materiali, piastrelle in primis, creando così un bagno visivamente uniforme. In alternativa, puoi anche optare per altre soluzioni, come ad esempio:

  • Pareti in legno o pannelli in PVC: le pareti in legno trattato o i pannelli in PVC possono essere una scelta interessante per conferire al bagno un aspetto rustico o contemporaneo. Assicurati soltanto che siano adeguatamente trattati per resistere all’umidità.
  • Pareti con carta da parati impermeabile: alcune carte da parati sono progettate per l’uso in ambienti umidi, come il bagno. Scegli però una carta da parati impermeabile con disegni e pattern che si adattino al tuo stile.
  • Pittura: se preferisci una soluzione più economica, puoi dipingere le pareti con una vernice resistente all’umidità. Opta per colori chiari e neutri per conferire al bagno una sensazione di spazio maggiore.

A questo proposito, è bene sottolineare che la scelta dei colori e delle tonalità è molto importante. Avendo a che fare con un bagno di dimensioni modeste, puoi sfruttare le tonalità che ampliano visivamente lo spazio e creare così un’illusione di grandezza. Colori come il bianco, il rosa chiaro, il verde, o le tonalità neutre in generale hanno infatti il potere di riflettere la luce e di creare una piacevole sensazione d’apertura.

arredo bagno piccolo colori

– Illuminazione e accessori

Proprio come accade con i colori, anche l’illuminazione può rappresentare un’eccellente alleata nell’arredamento di un bagno piccolo. Il tuo obiettivo dovrebbe infatti essere quello di usare la luce in maniera funzionale, sfruttandola per creare un senso di ampiezza maggiore. Per farlo, dovresti innanzitutto installare:

  • un punto luce centrale, fondamentale per l’illuminazione generale dell’ambiente;
  • una serie di faretti nelle aree strategiche, come ad esempio nella zona specchio.

Ma non solo. Tra le soluzioni consigliate per i piccoli bagni figurano anche le strisce a led, perfette per un’installazione a soffitto e per garantire un senso di ampliamento sia in verticale che in orizzontale: un’idea particolarmente strategica, ma allo stesso tempo anche elegante!

arredo bagno piccolo led

– Normative e regolamentazioni

Arredare un bagno molto piccolo significa farlo nel rispetto delle normative vigenti: sia nazionali che locali. Mentre queste ultime variano in base al comune di residenza, le prime sono espressamente stabilite dal Decreto ministeriale Sanità del 5 luglio 1975 che, con i suoi vari articoli, stabilisce che:

  • il bagno dev’essere dotato di un’apertura sull’esterno che garantisca il ricambio dell’aria o, nel caso in cui fosse cieco, dev’essere dotato di un impianto di aspirazione meccanica;
  • i rivestimenti del bagno devono essere lisci, impermeabili e lavabili, al fine di garantire la massima igiene;
  • l’altezza del bagno non può essere inferiore ai 2,40 metri;
  • la superficie del bagno deve presentare le seguenti misure: 3,5 metri sul lato lungo e 1,7 metri sul lato corto (se si tratta di quello principale); 2 metri sul lato lungo e 1,20 metri su quello corto (nel caso del bagno di servizio).

arredo bagno piccolo misure

In aggiunta a queste misure (e a quelle relative al distanziamento tra i sanitari che ti abbiamo precedentemente illustrato), ve ne sono altre dedicate all’eventuale posizionamento della lavatrice: un progetto che, nell’ambito di un bagno piccolo, potrebbe rivelarsi non poco difficoltoso.

L’ideale, in questi casi, consiste nel procurarsi un modello compatto e super accessoriato, come per esempio una lavasciuga slim, così da risolvere in un colpo solo sia il lavaggio degli indumenti, sia la successiva asciugatura.

In merito al suo posizionamento, tuttavia, ricordati che se intendi lasciarla a vista, la legge impone una distanza di almeno 60 cm dal box doccia o, in caso di doccia sprovvista di box, la distanza minima sale a 120 cm.

– Soluzioni salvaspazio avanzate

Riallacciandoci al discorso relativo al posizionamento della lavatrice, cerchiamo di capire come fare per guadagnare spazio. Per tua fortuna, le soluzioni per i bagni piccoli comprendono una serie di trucchi ed escamotage appositamente pensati per questo scopo, come ad esempio l’installazione di mensole e nicchie, perfette per sfruttare lo spazio in verticale.

Il vantaggio sta proprio nel fatto che puoi sistemarle un po’ dove vuoi, come ad esempio sopra il lavabo. Le nicchie, del resto, hanno il merito di valorizzare l’interno delle superfici (pareti incluse), permettendoti così di guadagnare una marea di spazio, al punto che le puoi usare in sostituzione del classici armadietti!

arredo bagno piccolo nicchie

Le mensole funzionano in modo analogo: puoi stabilire tu le dimensioni dei vari ripiani, ricavando un pratico spazio verticale dove inserirle senza alcuna difficoltà.

arredo bagno piccolo con mensole

Allo stesso tempo, se lo ritieni opportuno, puoi guadagnare spazio anche relativamente all’apertura della porta: ti basta sostituire la classica porta a battente con un modello scorrevole… e voilà! Il gioco è fatto.

Mobili funzionali e prodotti di design per bagni piccoli

Arredare un bagno piccolo non è soltanto una questione di strategia, ma anche di stile. In commercio puoi trovare tantissimi prodotti e soluzioni salvaspazio che, oltre a funzionare sotto l’aspetto pratico, presentano anche un bel design. Osserva, per esempio, questo elegante armadietto provvisto di specchiera:

[amazon box=B0B589R7FV]

Oltre a presentare un gradevole formato slim, è altresì dotato di ante a specchio scorrevoli, all’insegna del massimo risparmio dello spazio! In alternativa, se vuoi alleggerire ulteriormente l’ambiente, abbiamo la soluzione che fa per te:

[amazon box=B0B9H65Q86]

Questa bellissima composizione di mensoline è davvero super – accessoriata e in grado di trovare spazio ovunque! E, sempre nell’ottica del risparmiare spazio, hai mai pensato alla possibilità di adottare un portasapone verticale? Il modello che abbiamo scelto per te, oltre a essere dotato di un bellissimo design minimalista, è talmente slim da poter essere tranquillamente appeso dietro la porta:

[amazon box= B0BHQT93V8]

– Conclusione: trucchi visivi e creativi per migliorare l’aspetto del bagno

Come dovrebbe ormai esserti chiaro, se devi arredare un bagno piccolo non è assolutamente il caso che ti faccia scoraggiare dalle sue dimensioni. I prodotti e le soluzioni che ti abbiamo proposto, del resto, ti hanno ampiamente dimostrato che un bagno può essere piccolissimo e bellissimo al tempo stesso.

Se desideri ampliare lo spazio a livello visivo, ti sarà sufficiente arredarlo con colori chiari e sfruttare il più possibile le superfici vetrate e specchiate, creando così un senso di ampiezza maggiore. Accanto a questi trucchi, tuttavia, è altrettanto importante non trascurare l’aspetto della personalizzazione, in quanto non devi mai dimenticarti che non stai arredando un bagno qualunque, bensì quello di casa tua.

Ciò significa che dovresti conferirgli un tocco personale, decorandolo a tuo piacimento. Per esempio, puoi sfruttare le nicchie e le mensoline per disporre qualche piantina, o creare una decorazione personalizzata sulla parete, magari con l’aiuto di una stampa fotografica sulla carta da parati. O, ancora, puoi optare per uno specchio originale, magari a forma di cuore!

In conclusione, non vi è davvero alcun limite alle idee creative che si possono attuare e, se lo farai tenendo a mente i trucchi salvaspazio che ti abbiamo svelato, otterrai non più un semplice bagno piccolo, ma un bagno piccolo e perfetto al tempo stesso!

Eliana Tagliabue