L’Ariete 4146 è un pulitore a vapore ideato e realizzato dalla nota azienda toscana e, più precisamente, si tratta di un pulitore a traino, vale a dire uno strumento che ricorda molto da vicino gli omonimi aspirapolveri, con la differenza che esso pulisce sfruttando il solo vapore.

Ciò lo rende quindi assimilabile alle tradizionali scope a vapore, con le quali condivide praticamente tutto, ad eccezione per l’appunto della struttura fisica.

Date le sue numerose qualità, abbiamo deciso di rendere questo pulitore a vapore Ariete oggetto di una nostra recensione, con lo scopo di evidenziare tutte le interessanti funzionalità di cui dispone.

4.3
ARIETE XVAPOR DELUXE

Se dunque, ritenete l’argomento di vostro interesse, non avete che da proseguire con la lettura di questa nostra guida.

– Pulitore a vapore vs scopa a vapore: quale scegliere?

Nell’introduzione abbiamo spiegato molto chiaramente che, nonostante il nostro Ariete 4146 svolga le stesse identiche funzioni di una scopa a vapore, è tuttavia improprio chiamarlo in questo modo, il che significa che qualche differenza tra i due strumenti c’è.

Vediamo quindi di spiegare a grandi linee in che cosa consistano queste lievi differenze, cercando al contempo di capire se e quanto convenga l’utilizzo di questo tipo di pulitore rispetto a quello della classica scopa a vapore.

Pulitore a vapore a traino: com’è fatto

Un pulitore a vapore a traino presenta la forma di un piccolo serbatoio mobile, sorretto da ruote in grado di farlo scorrere sul pavimento.

La sua struttura fisica, dunque, è completamente differente da quella di una scopa e, pertanto, non può nemmeno essere maneggiato nella stessa maniera.

Anch’esso alimentato a corrente e, in quanto tale, provvisto di filo elettrico, all’estremità opposta possiede un tubo al quale possono essere collegati i vari accessori: a seconda di quello che si sceglie di utilizzare, il pulitore svolgerà una funzione diversa, offrendo così una vera e propria pulizia a 360°.

Il motivo per cui esso viene definito “a traino” e paragonato agli aspirapolveri di questo tipo è dovuto per l’appunto al fatto che dev’essere letteralmente “trainato”: ciò significa che, per poter usufruire del suo utilizzo, occorre necessariamente tirarselo appresso, sfruttando le pratiche rotelle di cui dispone.

Meglio un pulitore a vapore o una scopa a vapore? Vantaggi e svantaggi

La scelta di prediligere un pulitore a vapore di questo tipo piuttosto che la classica scopa a vapore presenta indubbiamente dei vantaggi, ma anche degli svantaggi. Alla fine, come per ogni cosa, tutto dipende dai propri gusti personali.

Allo scopo di avere una visione il più chiara possibile di entrambi gli strumenti, andiamo a esaminare quelli che sono i punti di forza e di debolezza del pulitore rispetto alla sua vaporella rivale.

Vantaggi e punti di forza del pulitore a traino

  • Rispetto alla scopa a vapore, il pulitore è solitamente molto più funzionale e dotato di una maggiore versatilità. Il suo kit di accessori, infatti, si presenta sempre molto ben fornito e pensato per una pulizia della casa a 360°, cosa che per le classiche scope a vapore non è sempre così scontata.
  • Il suo utilizzo è estremamente semplice: il pratico tubo di cui è dotato costituisce la base alla quale attaccare, di volta in volta, l’accessorio che ci serve. Fatto questo dovremo limitarci a maneggiare il suddetto tubo, mentre il nostro pulitore “sosterà” nelle vicinanze.
  • Nonostante il peso di un pulitore sia nettamente maggiore rispetto a quello di una scopa a vapore, spostarlo non è certo un problema, in quanto possiamo contare sulle sue pratiche e comode ruote, atte a farlo scivolare sul pavimento senza alcuna fatica da parte nostra.
  • Il suo funzionamento è solitamente molto facile e immediato: è infatti sufficiente riempire il serbatoio con l’acqua, grazie all’aiuto del dosatore, attendere i pochi minuti necessari a fargli raggiungere la giusta temperatura per poi poter contare su di una buona autonomia, grazie anche alla capienza del suo serbatoio, tendenzialmente più elevata rispetto a quella di una scopa a vapore.

Svantaggi e punti di debolezza del pulitore a traino

  • La lunghezza del tubo del pulitore a vapore è un parametro di cui occorre tener conto: esattamente come per il cavo elettrico della scopa classica, anche in questo caso se esso sarà troppo corto dovremo necessariamente trainare il pulitore per avvicinarci alla zona da pulire e, anche in questo caso, sperare che ci arrivi.
  • Un pulitore a vapore, per quanto facile da usare, è comunque tendenzialmente più ingombrante di una scopa a vapore: ciò lo si nota sia in fase di utilizzo che in fase di risposo, in quanto trovare il posto per un pulitore a traino può essere difficile, specie se si abita in un piccolo appartamento.
  • L’attesa del raggiungimento della temperatura è tendenzialmente più lenta rispetto a quella delle scope a vapore, alcune delle quali sono pronte all’uso già dopo solo quindici secondi.

Come possiamo notare, dunque, a fronte dei numerosi vantaggi offerti da questo particolare tipo di strumento pulente, sussiste anche qualche piccolo svantaggio.

Sta a noi stabilire, in base alle nostre preferenze, se lo riteniamo comunque migliore della classica scopa a vapore, o se invece non fa affatto al caso nostro.

Qualunque siano i nostri gusti, comunque, conoscere da vicino uno di questi pulitori a traino potrebbe aiutarci a sciogliere questo dubbio, motivo per cui v’invitiamo a proseguire con la lettura del prossimo paragrafo.

– Ariete XVapor Deluxe: la nostra recensione

Ariete 4146 XVapor Deluxe - Pulitore a...
352 Reviews
Ariete 4146 XVapor Deluxe - Pulitore a...
  • L'efficacia del vapore: detergi ed igienizza la...
  • Lunga autonomia: oltre un'ora di potente vapore...
  • Pulito impeccabile: grazie ai 1500 watt di potenza...
  • Ricco kit di accessori: nel comodo vano integrato...
  • Accessori: tubi prolunga, spazzola, accessorio...

(Dati da Amazon.it aggiornati il 2020-03-19 / Link affiliazioni / Immagini con API Amazon)

Una volta chiarite le differenze sussistenti tra la classica scopa a vapore e il nostro pulitore a traino, siamo pronti a presentare uno dei modelli migliori della categoria, vale a dire l’Ariete 4146. Di esso analizzeremo nel dettaglio caratteristiche e funzionalità, cercando di capire se e quanto sia un prodotto consigliato.

Design estetico e aspetti strutturali

L’Ariete 4146 Deluxe si presenta come un piccolo serbatoio portatile di colore bianco, sorretto nella parte posteriore da due pratiche rotelle atte a facilitarne i movimenti.

Il suo peso, come abbiamo già spiegato, risulta particolarmente elevato e si attesta sui 6,5 Kg, arrivando quasi a sfiorare i 7 Kg.

Ciò, tuttavia, non rappresenta un grosso problema, in quanto le sue comodissime ruote ci faciliteranno di molto il compito di trascinarlo: del resto, se viene definito “a traino” un motivo c’è. In generale, comunque, presenta un design senza dubbio interessante, grazie al suo aspetto piccolo e compatto, ideato per occupare il minor spazio possibile.

Aspetti funzionali e potenza pulente

Con i suoi 1500 watt di potenza, il nostro pulitore a traino è in grado di garantirci risultati davvero efficaci già dopo la prima passata. Una volta raggiunta la temperatura (capace di arrivare oltre i 100°), lo strumento sarà pronto per essere usato, contando sulla sola forza del vapore e senza necessitare dell’aiuto di alcun detergente chimico.

Grazie al generoso serbatoio dalla capienza di 1 litro pieno, avremo a disposizione un’ora completa di autonomia, durante la quale potremo sfruttare al meglio le potenzialità del nostro pulitore.

Esso fungerà infatti da perfetta pistola a vapore Ariete, regolando il getto a seconda delle nostre esigenze e “sparandolo” sulla superficie da igienizzare, a prescindere da quale essa sia.

Come abbiamo già avuto modo di far notare, infatti, la pulizia ottenuta grazie a questo tipo di strumento è a 360° soprattutto per merito del suo ingente kit di accessori, di cui ci occupiamo nella prossima sezione.

Kit di accessori e versatilità

Grazie al notevole kit di accessori di cui è stato dotato, il nostro pulitore a vapore è decisamente versatile e in grado di garantirci una pulizia a 360°. Essa, pertanto, non si limita alle sole superfici orizzontali, ma coinvolge anche tutte le altre, funzionando egregiamente anche sui mobili e gli oggetti di arredamento.

Nella confezione troviamo infatti: i tubi funzionanti come prolunga, la spazzola classica, l’accessorio per pulire i vetri col vapore, uno spazzolino rotondo grande e uno piccolo, un imbuto, un dosatore per l’acqua, un beccuccio a 90°, una spazzola per i tessuti con panno cuffia e l’immancabile panno in microfibra per i pavimenti.

Grazie alla presenza di tutta questa strumentazione, inoltre, il nostro pulitore potrà all’occorrenza trasformarsi anche in un perfetto lava divani a vapore: un optional decisamente molto gradito, visto e considerato quanto essi tendano a sporcarsi e quanto risulti difficile eliminare questo tipo di macchie.

Come possiamo vedere, dunque, possedere un pulitore a vapore può rivelarsi molto vantaggioso se ciò che vogliamo ottenere è una pulizia della casa a 360° e, anche per quanto riguarda aspetti quali la potenza e la semplicità d’uso, rappresenta idealmente una scelta molto consigliata.

– Conclusione

Siamo finalmente giunti alla fine di questa nostra guida dedicata a questo pulitore a vapore Ariete. Dopo aver mostrato quali sono i vantaggi e gli svantaggi riscontrati nel suo utilizzo rispetto alla classica scopa a vapore, ne abbiamo dedotto che la scelta in merito al fatto se acquistarlo o meno dipenda principalmente dai nostri gusti e dalle nostre esigenze.

Questo, quantomeno, se parliamo in generale. Il modello che abbiamo preso in esame, infatti, possiede davvero delle qualità notevoli, al punto che non acquistarlo sarebbe quasi un peccato.

Nel recensirlo, infatti, non abbiamo riscontrato difetti tali da scongiurarne l’utilizzo, ad eccezione di quelli che potrebbero essere considerate come debolezze “di serie” e che servono più che altro a distinguerlo dalla classica vaporella.

Detto questo, quindi, la decisione finale spetta come sempre a ciascuno di voi, sebbene il nostro voto propenda senza dubbio per il sì.

LEAVE A REPLY

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.