– Affilacoltelli professionale: come sceglierlo e quando utilizzarlo

La scelta di un arrota coltelli professionale deve essere effettuata facendo attenzione a una serie di caratteristiche, sia di tipo estetico che, naturalmente, tecnico.

Per quanto possa sembrare eccessivo fare attenzione anche al lato estetico, va ricordato che in molti casi questi strumenti vengono tenuti a vista: per questo motivo può essere una buona norma scegliere un modello che si adatti al contesto, ossia che abbia un design moderno o classico a seconda dello stile d’arredo della cucina in cui si utilizza. 

4.6
Knife sharpener CC 120 di Graef
4.6
Pro Metal con Ventosa di AnySharp

Per quanto riguarda l’aspetto tecnico, va subito evidenziato che i coltelli professionali possono essere di due principali tipologie, ossia manuali o elettrici.

Inoltre, si possono suddividere in ulteriori categorie a seconda della tecnologia che ne permette il funzionamento, ossia che garantisce una perfetta affilatura alle lame. Questa, non sempre è rapida e veloce, visto che dipende dallo stato di conservazione e dal filo della lama.

In caso di coltelli più vecchi, possono essere necessari tre diversi passaggi, ossia quello di sgrossatura, di affilatura e di rifinitura. In tal caso sarà allora necessario disporre di un affilacoltelli che permette di effettuare tutti e tre questi step.

La sezione dell’affilacoltelli che permette l’affilatura può essere diversa a seconda dei modelli, sia per tipologia che per materiali. Potrà infatti essere caratterizzata da una mole, da un disco o da una piastra mentre, per quanto riguarda i materiali, si potrà avere un affilacoltelli in ceramica, in pietra, in corindone, in carburo di tungsteno o in diamante.

I materiali elencati sono stati ordinati in prezzo crescente: questo significa che un affilacoltelli in ceramica o in pietra sarà mediamente più economico rispetto a uno in diamante. Tuttavia è bene sottolineare che il costo non dipende solo dalla sezione per affilare ma anche da altri fattori, che vanno dalle dimensioni al design, dal brand fino, naturalmente, ai materiali con cui è realizzato l’intero affilacoltelli.

Chi ama utilizzare i diversi coltelli da cucina per le varie mansioni, che vanno dall’affettatura del pane alla carne, dal taglio del pesce fino a quello degli affettati, deve avere a disposizione anche un giusto strumento per poter rifare il filo. Solo in questo modo si potrà avere la certezza di coltelli sempre al top, che potranno essere utilizzati al meglio delle loro possibilità.

Naturalmente, se si dispone di un gran numero di lame di forma e dimensioni differenti, è importante scegliere un affilacoltelli professionale in grado di affilare tutti i tipi di coltelli che si hanno: si dovrà quindi puntare a un modello versatile, di lunghezza e larghezza tali da poter operare sulle differenti tipologie di lame di cui si è in possesso.

Un punto importante da prendere in considerazione è che tutte le lame, con il tempo e l’usura, perdono la loro affilatura. Anche quando il coltello viene conservato alla perfezione, quindi, sarà necessario procedere a una regolare affilatura per garantirne un utilizzo corretto e un taglio preciso.

Per quanto, infatti, una regolare pulizia e una costante manutenzione assicurano una durata maggiore alla lucentezza della lama, va sottolineato che esiste una serie di alimenti che possono opacizzare i coltelli per via di un maggiore contenuto in acidi. L’uso stesso quindi, è fonte di stress per il coltello che, anche quando si pone la massima attenzione, può rovinarsi perdendo lucentezza e filo.

– I migliori strumenti per rifare il filo alla lama

Prima di evidenziare le differenti tipologie di affilacoltelli professionali, siano essi manuali o elettrici, va sottolineato che questi strumenti non sono gli unici che possono essere utilizzati per fare il filo alle lame.

Si tratta tuttavia degli strumenti più pratici, versatili e facili da utilizzare. Essi, infatti, rappresentano una sorta di evoluzione di due precedenti strumenti per affilare le lame, che vengono di seguito illustrati e che, in molti ambiti, sono ancora molto utilizzati.

La pietra abrasiva

Si tratta dello strumento più antico per l’affilatura delle lame. Le moderne pietre abrasive sono composte da carburo di silicio oppure da ossido di alluminio. Vanno scelte di dimensioni tali da garantire un’elevata versatilità: in tal modo si potrà avere la certezza di un utilizzo con ogni tipo di lama, sia lunga che larga.

Oltre alle dimensioni bisogna fare attenzione alla granatura, che permette di distinguere tra pietre per la sgrossatura e quelle per l’affilatura vera e propria. Le pietre abrasive per la sgrossatura presentano una granulometria maggiore minore, da scegliere tra i 100 e i 400 grit a seconda delle esigenze specifiche di la utilizza.

Sono infatti consigliate per chi deve affilare coltelli vecchi e che non vengono manutenuti regolarmente. Le pietre per l’affilatura vera e propria, invece, presentano una grana che si aggira sui 1000 grit. Sono la scelta migliore per chi cura regolarmente i propri coltelli.

Chi è esperto nell’uso della pietra abrasiva può scegliere anche modelli diamantati: si tratta tuttavia di strumenti più difficili da utilizzare, oltre che più costosi.

L’acciaino

L’acciaino è uno strumento costituito da un manico che può essere realizzato in plastica, legno o altro materiali, è un’asta in acciaio molto duro e potenziato, di sezione circolare e che presenta una zigrinatura molto fine su tutta la sua lunghezza.

Si tratta di un utensile fondamentale per rifinire il filo dei coltelli, ma non è adatto alla sgrossatura di lame molto rovinate. Può essere quindi paragonato alle pietre abrasive a grana sottile. In caso di coltelli vecchi e usurati, tuttavia, non è in grado di assicurare una buona affilatura. Solitamente va utilizzato prima di ogni utilizzo del coltello, in modo da assicurarne un’affilatura perfetta prima di ogni taglio.

La principale differenza tra acciaino e pietra abrasiva sta non solo nel tipo di affilatura, ma anche nei tempi necessari per ottenere un risultato professionale. La rifinitura della lama con l’acciaino, infatti, è molto rapida.

Viceversa, quando si utilizza la pietra abrasiva sono necessari maggiore tempo ed esperienza. Per questo motivo, l’affilatura con la pietra abrasiva non dovrebbe mai essere fatta quando si va di fretta o prima dell’utilizzo del coltello stesso ma in momenti separati, quando non si ha la fretta e la necessità di utilizzare subito la lama.

Affilacoltelli manuali o elettrici? Come scegliere tra le due tipologie

A differenza di quanto si può immaginare, la differenza tra gli affilacoltelli manuali ed elettrici non sta nella qualità e nei risultati che offrono ma solo nella velocità di affilatura e nella praticità d’uso.

I modelli manuali, infatti, richiedono una maggiore quantità di tempo per il processo di affilatura e un’elevata esperienza: solo con molta pazienza e attenzione, infatti, si potranno ottenere lame affilate e taglienti. Per questo motivo sono la scelta principale dei professionisti che hanno bisogno di lavorare sempre con coltelli affidabili e che possono disporre di pietre abrasive di elevata qualità.

Gli affilacoltelli professionali manuali possono essere di tre tipologie differenti: le classiche pietre affilatrici, le bacchette affilatrici in acciaio (tipo acciaino) o le mole in acciaio.

I modelli elettrici, pur garantendo un’ottima precisione nell’affilatura, sono maggiormente indicati per quanti amano cucinare ma non possono dedicare troppo tempo agli utensili da cucina. Possono essere quindi considerati uno strumento fondamentale per i cuochi amatoriali.

La scelta di questo tipo di affilacoltelli deve essere fatta prendendo in considerazione non solo la granulometria della zona di affilatura ma anche il motore ed eventuali altre funzioni disponibili.

Inoltre, va sottolineato che alcuni modelli permettono l’affilatura non solo dei coltelli da cucina, ma anche di forbici o cacciaviti. A seconda delle proprie necessità, quindi, si potrà optare per un tipo di arrota coltelli professionale o per un altro.

Particolare attenzione deve essere posta poi alla potenza della macchina per affilare i coltelli. Quando si opta per un modello professionale, infatti, bisogna sapere che il motore può avere una potenza variabili, ma solitamente compresa tra i 40 e i 100 watt.

A differenza di quanto avviene per molti elettrodomestici, la potenza del motore in un arrota coltelli non rappresenta un elemento effettivamente discriminante. Diventa quindi molto più importante avere cura di scegliere un marchio specializzato in strumenti per la cucina e realizzato in materiali di elevata qualità piuttosto che concentrarsi sulla potenza.

In particolare, come già evidenziato, è importante valutare la qualità del disco e la sua granulometria, per sapere se la propria macchina potrà essere utilizzata sia per la sgrossatura che per il filo.

Nella scelta dell’affilacoltelli elettrico vanno infine prese in considerazione altre due caratteristiche, ossia le dimensioni e l’esposizione o meno della superficie di arrotatura.

Le dimensioni (e il peso) sono molto importanti da valutare soprattutto in funzione dell’utilizzo che si fa di questo elettrodomestico. Se viene utilizzato regolarmente, infatti, sarà necessario tenerlo a vista, per cui dovrà essere caratterizzato da dimensioni tali da poter essere inserito nell’arredo presente.

Quando, viceversa, il suo utilizzo è più raro, esso dovrà essere conservato all’interno di un mobile o di una dispensa per cui è importante che sia maneggevole e non troppo pesante per poter essere spostato quando ve ne sia la necessità.

Per quanto riguarda l’esposizione dell’area di arrotatura, bisogna sempre ricordare che, in caso di presenza di bambini o di animali domestici in casa, essa può rappresentare un problema. Un’accensione accidentale dell’arrota coltelli, infatti, potrebbe diventare molto pericolosa. In tal caso può essere conveniente optare per modelli che presentano l’affilatore nascosto, ossia all’interno di un’area protetta.

Infine, bisogna evidenziare che i costi di un affilacoltelli possono essere molto variabili e dipendono sia dal modello (elettrico o manuale) che dai materiali di costruzione esterni e, naturalmente, dalla qualità della pietra molatrice.

Per meglio comprendere la qualità di un arrota coltelli può essere d’aiuto valutare con attenzione le recensioni che oggi si trovano facilmente online, in modo da poter comprendere al meglio sia la qualità del prodotto sia se esso è idoneo alle proprie esigenze.

– MIGLIOR AFFILACOLTELLI ELETTRICO: LE PROPOSTE DEL MERCATO

Come già sottolineato, un affilacoltelli elettrico professionale è un elettrodomestico che viene utilizzato molto da quanti amano la buona cucina.

Poter contare su un coltello sempre ben affilato, infatti, permette di ridurre i tempi di preparazione di molti cibi, potendo così organizzare al meglio i diversi menu, siano essi di carne, di pesce o di verdure.

Nei paragrafi precedenti sono già stati messi in evidenza i diversi parametri che vanno presi in considerazione per scegliere un buon prodotto, ossia il tipo di mola, la potenza, le dimensioni e il peso.

Prima di presentare alcuni dei migliori prodotti presenti sul mercato si vuole sottolineare un altro importante aspetto per la scelta dell’affila coltelli, ossia quello della velocità di affilatura.

I migliori arrota coltelli elettrici, per quanto sicuramente più veloci dei modelli manuali, sono comunque strumenti che operano in maniera relativamente lenta. Questo perché affilature troppo rapide rischierebbero sia di surriscaldare eccessivamente la lama, sia di non permettere una buona valutazione del filo, rischiando così di rovinare irreparabilmente i coltelli.

* Knife sharpener CC 120 di Graef

GRAEF CC-120 PLUS Affila coltelli
32 Reviews
GRAEF CC-120 PLUS Affila coltelli
  • 1. Preaffilatura con disco di diamante
  • 2 Affilatura con disco di diamante
  • 3. Lucidatura con disco di ceramica
  • Angolo di 20° per tutti i tipi di coltelli
  • I dischi girano lentamente per evitare il...

(Dati da Amazon.it aggiornati il 2019-01-16 / Link affiliazioni / Immagini con API Amazon)

Questo arrota coltelli elettrico è un modello completo, caratterizzato dalla presenza di tre differenti tipi di dischi per le varie fasi di affilatura delle lame.

Il suo design è semplice ed essenziale ed è di colore bianco e nero. Le dimensioni sono di 25×11.2×11 centimetri e il peso è di tre chili. I piedini anti-scivolo permettono all’affila-coltelli di restare ben saldo al tavolo durante la fase di molatura delle lame.

La parte superiore di questo modello presenta tre differenti fessure, contrassegnate dai numeri uno, due e tre. Al loro interno sono presenti i tre differenti dischi per le varie fasi dell’affilatura. La prima fessura è quella dedicata alla sgrossatura della lama: al suo interno è posizionato un disco di diamante che permette di pre-affilare il coltello.

All’interno della seconda, un altro disco di diamante ma di grana più sottile, è adibito alla fase di affilatura vera e propria. Infine, la fessura tre è quella dedicata al rifacimento del filo. Al suo interno è presente un disco in ceramica.

La potenza dell’apparecchio è di 75 watt: nonostante tutto, i dischi ruotano molto lentamente per garantire un lavoro accurato ed omogeneo su tutta la lama e, soprattutto, per non creare surriscaldamenti della stessa.

L’angolo interno dell’affilatore è di venti gradi: si tratta quindi di una soluzione perfetta per tutte le tipologie di lame, purché in acciaio e non seghettate. Questo arrota coltelli, infatti, non è idoneo all’affilatura di coltelli in ceramica.

La pulizia dei trucioli che si vengono a formare a seguito delle diverse operazioni di sgrossatura e filo va effettuata regolarmente dopo ogni utilizzo. In questo modo si potrà avere la certezza di mantenere sempre pulito e ben funzionante lo strumento.

Il Knife sharpener CC 120 di Graef è dotato di una piccola calamita posizionata sul fondo che permette ai trucioli di restare ben fissi al fondo. Per una corretta pulizia basterà togliere la calamita e ripulirla facendo attenzione a non tagliarsi con i trucioli.

La messa in funzione di questo affilacoltelli è molto semplice: alla base, infatti, è posizionato il pulsante di start/stop che va pigiato sia per la messa in funzione che per lo spegnimento. L’utilizzo di questo modello di arrotatore è molto intuitiva. Al suo interno è comunque possibile trovare un manuale di istruzioni che, però, è disponibile solo in lingua tedesca.

* Affilacoltelli Graef modello CC80

Graef CC 80 Affilacoltelli ibrido
23 Reviews
Graef CC 80 Affilacoltelli ibrido
  • Descrizione del prodotto:Graef cc80
  • Consumo di elettricità:45 W.
  • Tensione d'ingresso:230 V.
  • Colore: bianco.
  • Dimensioni (L x P x A):85 x 96 x 197 mm.

(Dati da Amazon.it aggiornati il 2019-01-16 / Link affiliazioni / Immagini con API Amazon)

Questo modello di affilacoltelli presenta dimensioni relativamente compatte, essendo caratterizzato da misure pari a 85x96x197 millimetri. Anche per quanto riguarda il peso esso è molto contenuto, essendo pari a solo un chilo.

Se l’ingombro minimo può fare venire dei dubbi sulla scelta di questo modello, va subito sottolineato che l’elevata versatilità e qualità dei risultati garantisce e ripaga delle piccole dimensioni che sembrano rendere questo affilacoltelli quasi un giocattolo.

Come i migliori modelli di arrota coltelli elettrici professionali, anche questo presenta tre differenti spazi per l’affilatura, ossia uno per la sgrossatura, uno per l’affilatura vera e propria e l’ultima per la realizzazione di un filo di precisione.

I dischi molati all’interno dell’apparecchio sono realizzati in diamante abrasivo con granatura differente a seconda delle esigenze. La precisione sull’angolo di affilatura è garantita dalla presenza di guide caratterizzate da molle flessibili che permettono di seguire alla perfezione le caratteristiche della lama, mantenendo sempre il controllo dell’angolo.

Questo modello di affilacoltelli della Graef presenta un’elevata precisione e permette un controllo perfetto delle diverse fasi di affilatura del coltello. Riesce quindi a garantire risultati impeccabili, ma non su ogni tipo di lama: esso, infatti, è perfetto su coltelli a lama liscia mentre non è indicato in caso esse siano in ceramica o a lama seghettata. L’elevata qualità della mola per il filo, inoltre, permette alle lame di durare a lungo.

L’utilizzo di questo arrota coltelli elettrico è molto semplice e intuitivo: l’accensione e lo spegnimento sono permessi dal pulsante alla base che attiva tutte e tre le mole. Non è necessaria un’elevata esperienza per un’affilatura professionale ma può essere utile leggere con attenzione le istruzioni per valutare i tempi e le modalità di posizionamento dei coltelli a seconda dei modelli e delle caratteristiche delle lame stesse.

– MIGLIOR AFFILACOLTELLI MANUALE: DIVERSI MODELLI IN VENDITA

Gli affilacoltelli manuali sono strumenti particolarmente versatili e molto vari, sia per forma che per dimensione.

Come già evidenziato, per quanto manuali essi vengono maggiormente apprezzati dai professionisti della cucina che possono, tramite i movimenti della lama sulla zona abrasiva, valutare con maggiore attenzione il processo di affilatura.

Quando si acquista un modello manuale di arrota coltelli è importante valutare prima il tipo di coltelli che si devono affilare, sia per quanto riguarda i materiali di costruzioni che l’utilizzo che se ne fa.

Per coltelli che vengono utilizzati tutti regolarmente, infatti, può essere sufficiente un affilacoltelli caratterizzato da un unico elemento, ossia da una affilatrice con granatura unica.

Quando invece si vuole avere un prodotto più completo, per avere la certezza di poter utilizzare anche coltelli che si usano raramente, per i quali può essere necessaria una sgrossatura iniziale, allora è meglio puntare su modelli caratterizzati da diverse granature e materiali abrasivi, da scegliere a seconda delle esigenze delle lame.

Attenzione, inoltre, a non confondere la lucentezza del coltello con l’affilatura della lama. Quando i coltelli vengono utilizzati di continuo, infetti, il metallo che li caratterizza può opacizzarsi a contatto con alimenti leggermente acidi, come il limone, i pomodori o altro. Tuttavia, la lama può essere ancora perfettamente tagliente.

Allo stesso modo, quando si effettua la nuova affilatura, non è necessario che la lama torni ad essere lucente come nuova per garantire un taglio perfetto.

* Affilacoltelli manuale a tre fasi di E-Prance

Offerta
E-PRANCE Affilacoltelli di coltelli a 3...
360 Reviews
E-PRANCE Affilacoltelli di coltelli a 3...
  • Nota: l'affilatrice E-PRANCE è venduta...
  • Smerigliato per l'affilatura grezza, acciaio...
  • Il manico in plastica ABS offre una presa salda e...
  • Durevoli e solidi, i componenti di alta qualità...
  • Attenzione! questo affilacoltelli è appositamente...

(Dati da Amazon.it aggiornati il 2019-01-16 / Link affiliazioni / Immagini con API Amazon)

Questo arrota coltelli manuale può essere considerato un prodotto di eccellente qualità. Nonostante le dimensioni ridotte, di 20.5x5x7 centimetri e il peso di poco meno di 200 grammi, infatti, è caratterizzato da pietre molatrici in grado di assicurare un’affilatura professionale.

Il suo design è essenziale: presenta un manico in ABS che garantisce un’impugnatura solida, grazie sia all’ergonomia del manico stesso sia alla sua leggerezza.

Il corpo dello strumento è caratterizzato da tre differenti fessure, una per la sgrossatura della lama, una per i ritocchi e una per il filo. Durante le diverse operazioni, l’affilacoltelli resta saldamente ancorato al piano d’appoggio grazie alla presenza di piedini anti-scivolo.

Le tre differenti fessure per le lame sono caratterizzate in diversi materiali a seconda del tipo di trattamento che devono ricevere. La sgrossatura va effettuata nella parte centrale, dove viene riportato il termine Coarse: questo settore presenta una mola in carburo di tungsteno.

L’affilatura vera e propria, invece, va fatta nel settore in cui è riportata la dicitura Fine: questa zona è caratterizzata da una piastra in diamante. La terza zona, invece, riporta la dicitura Ceramic e prevede il rifacimento del filo. Questo settore dell’affila-coltelli non è idoneo per essere utilizzato con lame in ceramica, ma solo per rifare il filo a coltelli in acciaio.

La tipologia di moli per l’affilatura è stata progettata per poter essere usata senza nessun tipo di problema sia con le lame lisce che con quelle a seghettatura larga, tipo i coltelli per il pane. Questo prodotto non è invece idoneo per i coltelli a seghettatura stretta, per forbici o altri tipi di lame.

I tempi necessari per l’affilatura completa possono variare a seconda delle condizioni iniziali della lama. Per avere la sicurezza di un procedimento corretto è importante ricordare che un’affilatura accurata va effettuata senza fretta e facendo attenzione a non esagerare con le pressioni per non rischiare di rovinare la lama stessa.

Le dimensioni pratiche di questo affilalame e il peso leggero ne permettono una facile conservazione in dispensa o nei mobili della cucina. Quando non viene utilizzato è consigliabile riporre il prodotto nello scatolo per una maggiore durata nel tempo. Per questioni di sicurezza va tenuto lontano dalla portata dei bambini.

* Affilacoltelli Pro Metal con Ventosa di AnySharp

Offerta
Anysharp Affilacoltelli Pro Metal con...
89 Reviews
Anysharp Affilacoltelli Pro Metal con...
  • Affilacoltelli affila qualsiasi coltello da cucina...
  • Arrotino per coltello in acciaio temperato e...
  • Anche affila coltelli seghettati (ad esempio...
  • Necessita pressione solo gentile. Più sicuro, le...
  • Dimensioni: diametro 60 millimetri e 60 millimetri...

(Dati da Amazon.it aggiornati il 2019-01-16 / Link affiliazioni / Immagini con API Amazon)

Chi non vuole rinunciare a un affilalame professionale ma non dispone di ampi spazi per la conservazione dello stesso, può scegliere il modello Pro Metal con Ventosa di AnySharp. Si tratta infatti di uno strumento caratterizzato da dimensioni estremamente compatte, pari a 6x6x6.4 centimetri e dal peso di appena 163 grammi.

Nonostante questo aspetto quasi da giocattolo, esso garantisce risultati professionali su tutti i tipi di lame di metallo, sia lisce che seghettate. Non è invece consigliato per le lame in ceramica.

L’utilizzo di questo prodotto è molto semplice: per prima cosa esso va posizionato su un tavolo o altro piano d’appoggio, al quale aderirà grazie alla presenza di ventose poste alla base.

Successivamente bisogna abbassare il manico che funge anche da elemento di protezione. I coltelli vanno quindi infilati nella fessura e fatti scorrere in un’unica direzione, e non effettuando un movimento in avanti e indietro della lama.

La piastra affilatrice è realizzata in carburo di tungsteno ed è pertanto altamente efficace per affilare coltelli con differenti livelli di usura. A seconda delle esigenze, quindi, si dovrà passare la lama più volte all’interno dell’affilatore per poter avere un risultato perfetto.

Va tuttavia sottolineato che, per quanto i risultati che si ottengono con l’Affilacoltelli Pro Metal con Ventosa di AnySharp siano altamente professionali, la presenza di una sola tipologia di piastra affilatrice riduce l’alta qualità dello strumento.

Questo, infatti, non permette di sgrossare o fare il filo e la lucidatura, ma solo di garantire un ottimo livello di taglio a coltelli che vengono utilizzati regolarmente.

– Affilacoltelli manuale come si usa

Gli affilacoltelli manuali sono molto semplici da utilizzare anche se per ottenere un risultato perfetto è necessario una buona dose di esperienza.

Per avere la sicurezza di avere lame affilate alla perfezione può essere conveniente effettuare le prime prove con coltelli molto rovinati o vecchi e non tentare di affilare subito i modelli più costosi o comunque i migliori di cui si dispone.

Per una corretta affilatura, infatti, è necessario imparare a controllare le pressioni e le inclinazioni della lama. Inoltre, a seconda del tipo di materiale per procedere all’affilatura può essere necessaria una velocità differente di movimenti.

I movimenti necessari per la sgrossatura e l’affilatura con strumenti manuali sono solitamente lenti e omogenei. Bisogna quindi sapere calibrare la forza in modo che il coltello non si rovini.

Saper distinguere quando un coltello necessita di una sgrossatura e quando, invece, di un’affilatura sottile, è un altro importante elemento che permette di utilizzare la giusta granatura della pietra. Anche per questo aspetto, tuttavia, è necessaria una buona dose di esperienza.

Quando si fa uso di una pietra abrasiva, può essere buona norma bagnare la pietra prima di procedere all’affilatura.

Inoltre, anche utilizzare continuamente dell’acqua per mantenere sempre pulita la pietra e per non fare riscaldare la lama può essere una buona modalità per avere la sicurezza di un’affilatura perfetta. Questa dovrà essere effettuata tenendo sempre la lama con un’inclinatura specifica, di circa venti gradi.

Questa modalità di affilatura è stata ripresa da alcuni brand che hanno iniziato a produrre una tipologia di affilacoltelli professionale ad acqua. Si tratta di macchine molto convenienti per quanti fanno un uso continuo della molatura dei coltelli: l’acqua, oltre a garantire una maggiore pulizia della zona di molatura eliminando così i trucioli, garantisce il mantenimento di una temperatura costante della lama.

Negli strumenti elettrici, infatti, molto più che in quelli manuali, l’affilatura può portare a un surriscaldamento eccessivo della lama rendendola più facilmente deformabile.

I diversi modelli di affilatore & affilatrice per coltelli di tipo manuale si basano sul concetto di abrasione tipico della pietra molatrice. Tuttavia, i moderni modelli di arrota lame manuali sono caratterizzati dall’avere una struttura in plastica o in acciaio intorno che li rendono molto pratici e semplici da utilizzare grazie a manici, piedini anti-scivolo e coperchi di protezione.

L’affilatura con questi strumenti è più facile rispetto a quella da svolgere con la pietra perché solitamente essi presentano delle fessure terminanti con l’angolo specifico di venti gradi richiesto per una corretta arrotatura. I migliori modelli presentano inoltre tre differenti fessure per tre diversi tipi di operazione, ossia la sgrossatura, l’affilatura vera e propria e la lucidatura. Ogni fessura è caratterizzata da pietre o elementi di durezza e granatura differente, in modo da poter garantire un perfetto risultato.

Va tuttavia posta una particolare attenzione alle modalità d’uso visto che alcune macchinette affilatrici prevedono che l’affilatura vada fatto utilizzando un movimento standard.

Avanti-indietro lento, continuo ed omogeneo mentre altre richiedono un movimento in un’unica direzione, dalla base del coltello alla punta, per poi sollevare e riposizionare la lama per ripetere il movimento, nuovamente dalla base alla punta. Sulle istruzioni d’uso di ogni modello è sempre riportato quale sia la modalità di affilatura da utilizzare.

Tra i vari modelli di affilatori manuali, non va mai dimenticato l’acciaino che, nelle sue versioni professionali ossia come cilindro d’acciaio, è uno strumento molto apprezzato dai professionisti delle cucine nonché da quanti, come salumieri e macellai, hanno bisogno di coltelli sempre molto bene affilati.

Utilizzare l’acciaino è molto semplice e veloce, anche nella sua versione da professionisti: proprio per questo motivo si tratta di uno strumento molto utilizzato da quanti fanno un uso costante di coltelli di vario tipo e non hanno bisogno di processi di sgrossatura iniziale della lama.

Per affilare un coltello con il cilindro d’acciaio basterà effettuare un movimento di scorrimento del coltello dalla base della lama verso la punta. A seconda delle esigenze sarà necessario ripetere questo movimento una decina di volte e su entrambi i lati del coltello.

Uno dei punti di forza di questo strumento è che può essere utilizzato veramente su tutti i tipi di lame, anche su quelle in ceramica, purché caratterizzate da un’elevata qualità.

– Affilacoltelli e tipo di lama

Questa panoramica sulle differenti tipologie di affilacoltelli professionali ha probabilmente messo in evidenza un elemento fondamentale quando si parla di questi strumenti: al di là della qualità dell’affilacoltelli è importante comprendere anche la tipologia di coltello su cui si utilizza.

Per questo motivo, prima di scegliere l’arrotacoltelli è importante fare un controllo su quali siano le tipologie di coltelli che dovranno essere affilati. Se si hanno esclusivamente lame lisce e in acciaio la scelta è sicuramente molto più facile e immediata visto che quasi tutti gli affila-lame sono in grado di operare su questo tipo di coltelli.

Un discorso a parte va fatto per i coltelli in ceramica. Gli affilacoltelli per lame in ceramica sono più rari e, inoltre, l’affilatura della ceramica stessa è più difficile per cui può essere conveniente, a meno di non essere molto pratici, richiedere l’affilatura a un esperto del settore.

In ogni caso le lame in ceramica dovrebbero essere trattate solo con pietra abrasiva in diamante ed effettuando movimenti molto lenti che permettano di affilare senza scheggiare un materiale così delicato come appunto la ceramica.

Sempre per quanto riguarda la tipologia di coltelli, se si hanno in casa non solo coltelli da cucina ma anche modelli da caccia, ossia con il seghetto, sarà necessario optare per una arrota coltelli manuale o, ancora una volta, per una pietra abrasiva. In tal modo ci si potrà regolare meglio sul tipo di filo che si vuole ottenere.

Quasi sempre, quando si parla di affilalame professionali, si tende a optare per i modelli manuali. Questi, infatti, permettono di effettuare un tipo di affilatura più precisa purché si abbia la giusta esperienza per utilizzarli.

I cuochi amatori, ossia quanti amano dilettarsi in cucina ma non lavorano quotidianamente come grandi chef, possono avere difficoltà a realizzare affilature precise con strumenti manuali. In tal caso potranno optare senza nessun problema per gli affilalame elettrici.

modelli elettrici di arrota coltelli sono in grado di garantire risultati molto buoni realizzando affilature precise e rimettendo a nuovo coltelli che non tagliavano più. Il loro utilizzo tuttavia è molto più semplice rispetto ai modelli manuali perché è lo strumento stesso che provvede all’affilatura.

Azionando il pulsante di start-stop, infatti, si metteranno in moto i dischi che procedono con la molatura e che, a seconda del tipo di granatura, potranno essere dedicati a una sgrossatura iniziale, a un’affilatura di precisione o a una lucidatura.

La parte più complessa dell’affilatura di una lama, ossia quella di mantenere il coltello con un’angolatura precisa di venti gradi, è resa altamente semplice dai modelli elettrici che presentano delle guide che assicurano il mantenimento costante dell’angolo durante il procedimento di affilatura. Quello dell’angolo di affilatura è un altro importante elemento da valutare. La maggior parte dei coltelli da cucina, infatti, presenta lame con un angolo di affilatura compreso tra i 15 e i 20°. Per questo motivo molti affilatori elettrici hanno guide con questa angolazione.

Tuttavia esistono anche altri tipi di lame che possono presentare un filo con angolatura differente, ossia maggiore o minore. In questo caso avere uno strumento con guida fissa potrebbe non essere la soluzione più comoda per le proprie esigenze. Ecco perché, quando si acquista un affila lame è importante controllare prima la compatibilità con i propri coltelli.

– Per concludere

La scelta dell’affilacoltelli professionale va fatta prendendo bene in considerazione i diversi parametri necessari a un acquisto smart. L’arrota lame, infatti, è uno strumento che può essere molto utile in cucina visto che permette di ridare nuova vita a lame che non tagliano più bene compromettendo spesso la preparazione di piatti di vario tipo.

Per avere la sicurezza di comprare uno strumento realmente utile e pratico è di fondamentale importanza valutare dapprima il tipo di uso che si fa dei propri coltelli e, quindi, che si farà dell’affilacoltelli. Chi fa un uso molto raro di coltelli professionali, infatti, potrebbe non avere bisogno di questo tipo di strumento.

Viceversa, chi ama tagliare i diversi generi alimentari con coltelli professionali, potrà trovare utilissimo avere sempre a portata di mano uno strumento che permetta di rifare il filo alle lame ogni volta che l’utilizzo eccessivo le arrotonda, rendendo difficile e snervante anche i tagli più semplici.

Va però sottolineato che quando si fa uso di uno strumento come questo è importante fare attenzione a una serie di cose, ossia utilizzare anche dispositivi di protezione se necessario.

Quando ad esempio si utilizzano affilacoltelli elettrici si possono sprigionare scintille, soprattutto se la velocità dell’affilatore è relativamente alta. In tal caso operare lontano da elementi infiammabili è fondamentale per non rischiare incidenti anche gravi.

Ancora, quando si affilano i coltelli, spesso si ha la brutta abitudine di controllare il filo con un dito, rischiando di tagliarsi in maniera anche grave. Per questo motivo è sempre meglio effettuare delle prove di taglio su pane, carne o altri alimenti piuttosto che rischiare di ferirsi in maniera profonda.

Infine, quando si opera con i coltelli professionali è necessario tenere lontani i bambini, per non rischiare incidenti gravi o tentativi di imitazione in assenza di adulti.

Lucilla De Luca

Lucilla per gli amici "Lucillade", sono una Food blogger e appassionata di vino. Racconto ricette, luoghi e cucine della nostra bella italia.Per me la cucina è il luogo della condivisione per eccellenza.
Una delle prime lettrici di Casina Mia sono finalmente riuscita a far parte di questo bel progetto.

LEAVE A REPLY

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.